Iniziative per la conservazione a norma

Per conservazione a norma o a lungo termine si intende quel processo che permette di conservare documenti informatici in maniera che risultino disponibili nel tempo nella loro integrità e autenticità.
Entro il 12 aprile 2017 tutte le pubbliche amministrazioni devono adeguare i propri sistemi di conservazione alle Regole tecniche stabilite dal DPCM 3 dicembre 2013.
Per rispettare la normativa in materia, le pubbliche amministrazioni possono realizzare i processi di conservazione all’interno della propria struttura organizzativa oppure affidarli a conservatori accreditati, pubblici o privati, di cui all’articolo 44-bis, comma 1, del CAD.

La diffusione di servizi di conservazione digitale dei documenti informatici è uno degli ambiti in cui Regione Lombardia, in collaborazione con ANCI, ha avviato delle iniziative pilota finalizzate alla crescita digitale degli Enti Locali:

  • tramite l’Azienda Regionale Centrale Acquisti (ARCA), ha indetto una gara per la stipula di una Convenzione (ai sensi dell’art. 1, comma 4, della L.R. n. 33/2007) per l’affidamento del servizio di conservazione a lungo termine dei documenti informatici e la prestazione di servizi connessi;
  • ha stanziato un finanziamento di € 1.459.955,80 per offrire un incentivo ai Comuni fino a 15.000 abitanti che aderiscono alla Convenzione e una compartecipazione al progetto per tre anni.

 

Gara per la conservazione a norma: quali servizi per gli Enti Locali?

La gara indetta da Regione Lombardia attraverso l’Azienda Regionale Centrale Acquisti (ARCA), in fase di aggiudicazione, è finalizzata alla stipula di una Convenzione per l’affidamento del servizio di conservazione a norma dei documenti informatici e la prestazione di servizi connessi a favore di tutti i Comuni, Unioni, Comunità montane e Provincie interessate all’iniziativa.

Si tratta di una procedura aperta, ai sensi dell’art. 55 del D.Lgs. n. 163/2006. Con l’aggiudicatario ARCA stipulerà una Convenzione alla quale potranno aderire gli Enti attraverso l’emissione di Ordinativi di Fornitura.

I servizi inclusi nella Convenzione sono di diverse tipologie:

  1. servizio di conservazione base con tipologie documentali predefinite e pre-configurate;
  2. personalizzazioni (opzionali) del servizio base con modifiche delle classi previste nel servizio base o gestione di nuove classi documentali non previste dal servizio base;
  3. altri prodotti e servizi opzionali quali, ad esempio, gateway locale di integrazione con il servizio di Conservazione, recupero di pacchetti di archiviazione attualmente residenti su altri sistemi e/o altri service provider, ecc.

La Convenzione avrà durata di 48 mesi, a partire dall’aggiudicazione, durante i quali gli Enti inclusi nel perimetro dovranno stipulare i propri Contratti, che avranno durata di 72 mesi dalla data di emissione dell’Ordinativo di Fornitura.

Regione Lombardia ha stanziato un finanziamento di € 1.459.955,80 per offrire un incentivo ai Comuni fino a 15.000 abitanti che aderiscono alla Convenzione e una compartecipazione al progetto per tre anni.

Per saperne di più consulta i documenti di gara e guarda il video del webinar dedicato a questo argomento.

 

Spiacente ma la pagina cercata è stato spostata o cancellata.

Per saperne di più

Agenda


Vai alla barra degli strumenti